Il nostro modo di viaggiare

È un numero davvero speciale quello di maggio di Touring, il nostro modo di viaggiare. Prima di tutto perché l'apertura dell'Esposizione universale, proprio il 1° maggio, costituisce l'occasione per proporre ai lettori un'Oltrexpo, ovvero un'ampia gamma di suggerimenti che permetterà ai visitatori di Expo 2015 di scoprire assaggi e paesaggi di Milano e dintorni. Un invito a girare in lungo e in largo, certo, il recinto di Rho Fiera candidato a calamitare 20 milioni di visitatori, ma – nel rispetto dei valori fondativi del Touring – anche ad allargare il proprio tour alle tante e stimolanti novità che il territorio milanese propone: dal Mudec, il museo delle culture di via Tortona al Wheatfield (campo di grano) dell'artista contemporanea Agnes Denes a Porta Nuova. E poi perché proprio questo numero vede un accurata revisione della grafica del mensile, mirata a migliorarne la leggibilità e, più in generale, facilitarne la consultazione.

Si intitola L'ombelico del mondo il servizio che propone una miniguida per la visita di Expo 2015: non solo informazioni pratiche, ma soprattutto il tentativo di offrire ai lettori una sintesi di ciò che potranno incontrare tra 54 padiglioni nazionali, nove cluster organizzati per aree tematiche e cibi più cinque grandi aree tematiche. Segue Expo per noi, con una presentazione a volo d'uccello delle (tante) iniziative che la nostra associazione ha messo in cantiere per il semestre dell'Esposizione, dai quasi 300 pannelli della segnaletica che segnala i principali monumenti di Milano alle attività dei volontari Tci per il patrimonio culturale. Chiude la serie, e non potrebbe essere diversamente, un reportage che riguarda l'edizione 1906 dell'Esposizione: immagini dall'archivio fotografico del Tci che presentano una manifestazione addirittura dislocata in due sedi: al Castello e sull'area di quella che sarebbe diventata la Fiera campionaria.

Apre la sezione Oltrexpo un ampio servizio che presenta, fresca di restauro, la rinata Villa Reale di Monza, gioiello del Piermarini tornata all'antico splendore dopo un articolato intervento di recupero. È poi la bicicletta, rinnovata passione dei milanesi, il filo conduttore di Sui Navigli in maglia rosa, racconto della rivoluzione dei pedali che ha conquistato la metropoli lombarda, facendo leva sul bike sharing, ma anche sull'orgoglio condiviso. Segue un approfondimento sulla cultura gastronomica della città e del suo territorio, C'era una volta la cassoeula, un invito a ri-trovare i piatti tipici della tradizione meneghina. Difficili da reperire, tranne che in alcune trattorie scovate ad una ad una dall'inviato speciale di Touring, il critico Gianluca Biscalchin.

Conclude il numero di maggio di Touring un reportage dedicato al Po. Meglio, al progetto Io sono il Po, un'iniziativa del Touring per lo studio, la valorizzazione e la tutela del fiume nell'ambito di Expo 2015. Un viaggio in quattro tappe, nel Delta, a Parma, Cremona e Torino, realizzato in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali per ribadire l'importanza strategica per il Paese del più grande fiume d'Italia.

Ricordiamo che la versione digitale di Touring può essere sfogliata anche su iPad e iPhone, o su smartphone e tablet con sistema operativo Android. Basta scaricare l'app gratuita Touring riviste in cui sono presenti le copie digitali (in versione light per tutti oppure completa, riservata ai soci Tci) dei periodici Touring e Touring Junior, corredati di tutte le notizie e le proposte di weekend messe a punto dalla redazione. Con qualunque mezzo tecnologico lo stiate sfogliando non ci rimane che augurarvi buona lettura.