10 luoghi da non perdere a Montrèal

Sotto, il labirinto della città sotterranea; sopra il belvedere. E poi i musei più importanti, i luoghi più curiosi e spettacolari. In dieci mosse. 

(1) La città sotterranea: 886 punti d’accesso, 33 chilometri di vie pedonali, condomini, hotel, cinema, teatri, caffè e ristoranti per quando la temperatura esterna diventa troppo rigida. La parte del leone la fanno i negozi: 1.700.

(2) Il Musée des beaux-arts de Montréal è il più importante museo artistico in Canada. Fondato nel 1860 e diviso oggi in tre padiglioni, ospita capolavori da tutto il mondo – Mantegna, Tiepolo, Rembrandt, Renoir, Picasso, Cézanne – e i massimi contemporanei canadesi e statunitensi.

Altrettanto interessante, soprattutto per la spettacolarità dell’allestimento sotterraneo, è il (3) Museo storico-archeologico Pointe-à-Callière.

(4) Il gigantesco parco di Mont-Royal, per i monrealesi “la montagna”, oltre 190 ettari di verde dove d’inverno si pratica sci di fondo e d’estate jogging… tra gli scoiattoli.

Dal Belvedere del parco la vista spazia sulla città, fino all’incon­fon­dibile sagoma della (5) Torre Olimpica, capolavoro di ingegneria dinamica. Accanto al Parco olimpico c’è il (6) Giardino botanico, 75 ettari per 22mila piante. All’interno, un capolavoro: il giardino cinese di epoca Ming.

Per gli appassionati di Formula 1 imperdibile è il (7) circuito Gilles Villeneuve, che sorge sull’isola artificiale di Notre Dame.

Sempre lungo il fiume si trova uno dei complessi edilizi più singolari di tutto il Canada: (8) Habitat 67, ideato dall’architetto Moshe Safdie e realizzato per l’Expo 1967. I singoli appartamenti (oltre 150) sono appoggiati l’uno sull’altro come mattoncini Lego, in un bizzarro e suggestivo esperimento di edilizia modulare.

Altrettanto curiosa è (9) la cattedrale anglicana, realizzata nel 1859 in stile neogotico. A causa di un cedimento nel terreno, fin dalla costruzione pende leggermente verso sud. Il campanile che si vede oggi è in alluminio: sostituì negli anni Quaranta quello originale in pietra, che stava sprofondando.

Infine, da menzionare e visitare il (10) Centre des science de Montréal, museo scientifico interattivo a carattere divulgativo che ospita vivaci mostre temporanee.