Tra storia e cultura

Itinerario lungo la Ruta de la Independencia de México, nei luoghi della rivoluzione messicana, nata dalle insurrezioni del movimento indipendentista antispagnolo del 1810.
 

La Ruta de la Independencia de México unisce i luoghi chiave della rivoluzione in due Stati del Messico centrale: Santiago de Querétaro, nota comunemente come Querétaro e capitale dello Stato omonimo, e i centri del Guanajuato di San Miguel de Allende, Dolores Hidalgo e Guanajuato, sua capitale. Si tratta di città coloniali ricche di cultura da cui nel settembre 1810 è partito il movimento per l’indipendenza nazionale dal regno di Spagna.

Tutti e quattro i centri lungo la Ruta de la Independencia si trovano sull’altopiano centrale del Messico, con un clima temperato che oscilla tra i 36 °C estivi e i 3-4 °C d’inverno. Periodo topico per le feste popolari è, ovviamente la Settimana Santa, ma non va sottovalutata la prima settimana di novembre, quando in occasione del Dia de los Muertos (la festa cattolica dei defunti) si rievoca la memoria degli scomparsi nei cimiteri con racconti, musica e a volte un tocco di tequila. Come si fa ad Halloween, i bambini si vestono come scheletri e raccolgono dolcetti, piccoli teschi di zucchero. Molto partecipate, pure, le feste di S. Miguel Arcángel (29 settembre) a San Miguel de Allende, le Fiestas de Diciembre a Querétaro (16-24 dicembre con sfilate di carri allegorici) e il Festival Medieval a Guanajuato (marzo-aprile).