Photofinish. Ispirato dal Sahara

Agostino Ponzo

L’autore di questa foto è il socio Agostino Ponzo, 65 anni, pensionato. Se volete vedere i vostri scatti pubblicati su Touring inviatene un massimo di cinque in formato jpeg a photofinish@touringclub.it, o caricate le vostre gallery e i vostri racconti di viaggio su www.touringmagazine.it.
 

Sono un appassionato di viaggi e di deserti da tanti anni. Gobi, Namibia e poi il mio preferito, il Sahara. È proprio durante un viaggio in Libia che ho scattato questa foto. Era un tour classico, al quale poi ho aggiunto otto giorni da vivere nel deserto. In questa occasione mi trovavo quasi al confine con l’Algeria e, di ritorno da un’escursione verso il campo tendato, ho deciso che volevo vedere questa meraviglia dall’alto. Ho scalato una duna alta quasi duecento metri e ho cominciato a osservare e scattare foto. I colori continuavano a cambiare e, al tramonto, luci e ombre formavano geometrie straordinarie, magiche, disegni imprevedibili.
Questa è solo una delle centinaia di foto che ho fatto quel giorno! Sono stato appostato per due ore, ma momenti come questi si colgono sempre quasi per caso. È incredibile come il deserto, che è fatto praticamente solo di sabbia, riesca a essere così meraviglioso da lasciare senza fiato. Ora che sono in pensione posso fortunatamente approfondire ulteriormente la passione per viaggi e fotografia tanto che a breve partirò per una spedizione nel deserto del Negev. Ci sono già stato, ma questa volta voglio prendermi tutto il tempo per godermelo secondo le mie esigenze.
Certo, il Sahara rimane nel mio cuore e spero che la situazione politica in quei Paesi torni al più presto sotto controllo per poterci tornare. Il Maghreb è un luogo unico al mondo e la magia del Sahara non ha rivali. Basta salire su una duna, tenere gli occhi aperti e la macchina fotografica pronta per immortalare ogni volta un luogo che appare sempre diverso. Luce, vento e sabbia creano effetti speciali che regalano emozioni davvero difficili da raccontare a parole.

Fotografie di: Agostino Ponzo