Puccini. La verità di Elvira

La verità di Elvira è il titolo del libro di Isabella Brega che racconta con un ritmo veloce e intrigante il rapporto che il Maestro ebbe con il poliedrico universo femminile, ma soprattutto ricostruisce la complessa relazione sentimentale con la volitiva moglie Elvira. Una ricerca d’amore compulsiva, egoista, egocentrica, quella di Puccini, virile nella caccia – scopo della vita insieme alla musica (“dopo il pianoforte lo strumento che preferisco è il fucile”) – e virile nella sua passione per le donne.
L’autrice, che scava nelle oltre millecinquecento lettere (quelle pubblicate) di Puccini, riesce a dipingere la personalità del musicista toscano, rilasciando l’immagine di un uomo complesso e contraddittorio, non sempre all’altezza del grande compositore. Una personalità forte e fragile, allegra e melanconica, estroversa e timida, che racchiude in sé il donnaiolo incallito, il bambino irriverente, il musicista sensibile, il gaudente smodato, l’amico generoso, il possidente tignoso.
Nel libro si trova anche un’intervista con la grande soprano bulgara
Raina Kabaiwanska, mentre l’ultimo capitolo è dedicato a un’intervista a Simonetta Puccini, nipote ed erede del Maestro, l’ultima rilasciata prima della sua morte, il 16 dicembre 2017.

La verità di Elvira, Albeggi edizioni, pag. 230, 15 euro.