Il manifesto del Po

Il 29 maggio 2017, presso la sede della Fondazione Cariplo a Milano, 12 organizzazioni – tra cui il Tci – hanno sottoscritto il Manifesto del Po, un documento con l’obiettivo di riportare all’attenzione dell’opinione pubblica e della politica il Grande Fiume e il suo territorio. Il Po è infatti il più importante fiume del nostro Paese: si snoda per 652 chilometri e attraversa quattro regioni con un bacino – quello della Valle Padana – che si estende per più di 70mila chilometri quadrati, in cui abitano oltre 20 milioni di persone. Lo stato di salute del Po presenta aspetti critici, destinati ad acutizzarsi in conseguenza dei cambiamenti climatici, che richiedono una presa di coscienza che non può essere demandata alla sommatoria di interventi locali frammentari. Ciò che manca, dunque, è una compiuta percezione dei suoi ecosistemi e dei paesaggi. Il più grande fiume italiano richiede un approccio integrato che oggi non esiste.

Come previsto dal Manifesto stesso è stato realizzato un dossier per fare il punto sulla situazione del fiume con l’obiettivo di creare, momenti di incontro e discussione con tutti i soggetti coinvolti. Nel maggio 2018 è stato compiuto un passo importante: la firma del Protocollo d’Intesa con l’Autorità di Bacino distrettuale del Po. Dal 20 al 23 novembre Milano ospiterà la XV edizione di Urbanpromo Progetti per il Paese: nella giornata del 20, presso la Triennale, si terrà il Convegno del Manifesto per il Po, un’occasione per tornare a parlare di questo tema.