La civiltà nuragica, “Il Trono di Spade” sardo

Un cortometraggio fantasy racconta il passato dell’isola Mauro Aragoni, regista e musicista sardo, voleva raccontare l’epoca antica e misteriosa dei nuraghes in modo nuovo e coinvolgente. Così nel 2017 ha realizzato Nuraghes S’Arena, un cortometraggio di 22 minuti dedicato alla civiltà nuragica: la sua è la prima pellicola mai realizzata sull’argomento. E non è un documentario storico, ma una storia fantasy-horror stile Il Trono di Spade, con guerrieri semidivini, streghe e sciamani. Il rapper Salmo, anche lui sardo doc (è nato a Olbia), è l’inaspettato ma convincente protagonista, il guerriero Arduè impegnato in un mortale torneo. Il corto è livido, onirico e violento, ma è anche potente e poetico.
Tutto è stato curato nei dettagli: costumi, armi e armature sono fedelmente riprodotti da bronzetti e reperti storici, e perfino le musiche sono state composte utilizzando strumenti arcaici sardi affiancati da musica elettronica moderna. Girato interamente tra Ogliastra e Barbagia, dalla pellicola emerge tutta la natura selvaggia di una terra rimasta immutata nonostante il passare dei secoli. Il corto, che ha partecipato a diversi festival, è tuttora su Youtube, dove ha avuto oltre 230mila visualizzazioni. Ma soprattutto, è un gesto d’amore di Aragoni (che sta lavorando al sequel Nuraghes 2-Shardana) e Salmo verso la loro terra e la sua storia. Quella storia remota su cui incredibilmente sappiamo ancora molto poco.