In Tagikistan per solidarietà

Viaggio e sostenibilità sono concetti che vanno a braccetto. Convinto di questo il Touring Club Italiano ha deciso di partecipare con un suo equipaggio – Team Touring – alla terza edizione della Silk road race, rally benefico organizzato da Partenza Intelligente i cui proventi sostengono l’ong italiana Cesvi, da anni attiva nel Paese più povero dell’Asia centrale. Nel farlo ha trovato la collaborazione di alcuni tra i suoi partner storici: Vittoria Assicurazioni, che ha donato l’auto con cui si è svolto il viaggio e che, all’arrivo, è stata a sua volta donata al Cesvi; e Best Western che ha ospitato i membri dell’equipaggio nelle città in cui sono presenti hotel della catena. E l’appoggio degli sponsor tecnici: Fujifilm per le macchine fotografiche, Midland per le telecamere, Lowepro per l’equipaggiamento da viaggio e Tempur Italia per i cuscini e l’hotel Renaissance di Aktau, in Kazakistan. Giunto in Tagikistan, Team Touring è andato nella zona di Khujand, nel nord del Paese, per vedere alcuni dei progetti del Cesvi. Uno prevede la costruzione di una serra cinese, ovvero una low cost (diecimila dollari) fatta di terra su tre lati e con una copertura temporanea in plastica. Permette di coltivare pomodori e cetrioli già nei primi mesi dell’anno, vendendoli a un prezzo cinque volte superiore a quello estivo. Un sostegno al reddito fondamentale per migliorare le condizioni di vita delle famiglie che vi lavorano, che mai si sarebbero potute permettere gli investimenti per costruirla.

Il secondo progetto riguarda una cooperativa femminile per la produzione di yogurt e gelati. La cooperativa riunisce trenta donne della zona di Gancˇi che sono impegnate nella raccolta
del latte (munto da altri membri della cooperativa) e nella sua trasformazione in gelato e yogurt, venduto ai negozianti del paese o in sede. Scopo del progetto: dare lavoro alle donne della zona e aumentare il reddito dei produttori di latte, creando una piccola filiera agricola che valorizzi il prodotto locale. Il modo migliore per sviluppare il Tagikistan agricolo.