SPOT SPORT: SLACK LINE, questo sconosciuto

Marzo è un mese pazzerello, dice il detto, se c’è il sole prendi l’ombrello… dopo la neve, la tanta neve… ora piove! E anche se è ancora febbraio, tra alluvioni, bombe d’acqua, tempeste di neve, di sciare per un po’ non se ne parla.
Ma la voglia di muoversi rimante. Provare un po’ di adrenalina, sfidare me stessa, concentrarsi sul proprio corpo. Magari provare qualcosa di nuovo. Rimane la palestra, ma è così noiosa… anche “tirare su resina”, come si dice in gergo per arrampicare su pareti artificiali, non è mica la stessa cosa che in falesia.
 
Provo di nuovo con il mio computer magico:
Sport: adrenalico, innovativo, ma che si possa fare al chiuso (vediamo cosa mi tira fuori dal cappello)
Budget: quasi nullo, che le vacanze di Pasqua si avvicinano…
Location: vicino a casa e possibilmente coperta
 
Responso: SlackLine.
 
Che? Mi informo sull’universo della rete e viene fuori che il nuovo Campione Mondiale 2012 di questo sport che molti non sanno neppure pronunciare è un giovanissimo italiano di 18 anni di Brescia.
 
Scopro che lo slackining è l’arte di camminare su una fettuccia tesa, di poliestere o dyneema, larga tra i  2,5 e i 5 centimetri. Dopo essere stata da sempre disciplina circense e dei funamboli di strada, si è allargata come sport negli ’80, soprattutto come pratica di allenamento all’arrampicata. Ma è negli ultimi 5 anni che è esplosa soprattutto tra i giovanissimi, che iniziano ad allenarsi tra le piante dei parchi cittadini.
 
Il primo campionato del mondo si è svolto nel 2010 negli Usa, continuando poi a Monaco e in Gran Bretagna, Norvegia e Francia, con due discipline: longline (massima lunghezza) e freestyle (con trick e acrobazie, come nello skateboard o nello snowboard).
 


Ma al di là dell’agonismo, la funamboleria sta diventando una scelta di vita: “Slacklife Philosophy”. Mette insieme concentrazione, controllo della paura, tecniche di rilassamento, forza fisica… una via di mezzo tra lo yoga e la danza, l’arrampicata e il bungeejumping.
 
Lo scorso settembre si è svolto sulle cime del Monte Piana a Misurina sulle Dolomiti, il primo Meeting Internazione di Highline, tirate tra le rocce del versante sud, lunghe dai 6 ai 90 metri, dove si sono sfidati i più grandi atleti del momento, ma dove anche tutti i partecipanti hanno potuto provare il brivido.

Non vedo l’ora di provare! Con l’emozione di un bambino a Natale, aspetto il secondo Slackline Meeting di Milano, che ci sarà il 13 e 14 Aprile 2013 al Parco Tenno (zona ovest San Siro)
 
Se continua a piovere, i fortunati che vivono vicino a Vicenza o Treviso, c’è una palestra specializzata, creata da alcuni dei più noti funamboli italiani, gli Arceri della Slack:
 
www.arceridellaslack.it
 
Ma ci sono anche molte location che sono già allestite di spit per tirare la fune, sospesi o sull’acqua (waterline), soprattutto nel nord Italia: in Valgadena, al coperto all’interno di una grotta, a Finale Ligure, alla palestra di Monte Cucco, a Punta Brolla, dove si cade nell’acqua ghiacciata del torrente, ma persino sui Navigli di Abbiategrasso, a Genova o a Roma.

www.slacklineitalia.com 
 

Altri post di federica botta

Ritratto di FedericaBotta
17/05/2013 - 18:30
Questo Maggio è più pazzo di Marzo, piove, poi c'è il sole, poi fa tempesta e magari sulle Alpi ancora nevica! Programmare una vacanza attiva è un impegno... il meteo è inaffidabile... allontanarsi da casa rischia di essere una perdita di tempo. Non mi resta che chiedere ancora consiglio al...
Ritratto di FedericaBotta
11/02/2013 - 10:19
Lasciatemelo dire: fa freddo! E se la neve e il ghiaccio sono un paradiso per gli sportivi, le mie articolazioni chiedono pietà e un po’ di calduccio per sciogliere i muscoli. Eccomi allora di nuovo a interrogare il mio magico computer per una destinazione “hot”.  Meta: calda, caldissima…Budget:...
Ritratto di FedericaBotta
14/01/2013 - 18:26
Freddo… tanto freddo. Non ancora il gelo siberiano tanto temuto e sbandierato dai notiziari, ma finalmente la colonnina scende un po’ sotto lo zero. Scende la temperatura, scende la neve. Scendere, scendere, scendere. Dopo tutte queste belle discese, con gli sci e lo snowboard, ho voglia di salire...
Ritratto di FedericaBotta
27/12/2012 - 17:12
La neve! La neve è arrivata! Vedo i fiocchi scendere dalla finestra, lievi come nella canzoncina di Natale, con i cristalli che si prendono per mano e ballano il valzer di Capodanno! E la vedo scendere dal monitor del pc, sui siti meteo e sulle web cam. Sci, scarponi, ciaspole e ramponi scalpitano...
Ritratto di FedericaBotta
13/12/2012 - 08:13
Ah, che grigia giornata di pioggia! La nebbia s’infila dalle finestre a braccetto con l’esasperante noia dell’inattività invernale! La neve non è ancora arrivata e scarponi, sci, tavole, ciaspole, piccozze si girano dall’altra parte nell’armadio, coprendosi con il piumino per riposare ancora un po...