Viaggiare per gioco: l'insostenibile leggerezza dell'essere a Lucca

Quest'anno non andrò a Lucca. E forse è una notizia, visto l'interesse dell'evento per me, e la quantità imbarazzante di amici (tra giocatori, autori di giochi, appassionati di fumetti ed editori) che incontro qui, una volta all'anno. Impegni professionali mi vogliono altrove, e ne riparleremo di certo ma sul magazine, non qui.
Però, non andare a Lucca è un sollievo. Perché per me Lucca comics & games e come la più grande pasticceria del mondo per un diabetico: una continua tentazione, una tortura infinita, un incessante vorrei ma non posso. Durasse tre settimane, anziché tre giorni, sarebbe facile. Ma così… Sono anni che ho colpevolmente rinunciato a un giro per la città: mi accampo in fiera alle 8 di mattina, e mi trascinano via all'ora di cena, quando non alla chiusura.
Tra presentazioni di fumetti e di giochi, incontri con gli autori (tra libri e fumetti ce n'è una marea, e tutti di primo piano), possibilità di provare in anteprima i board game che finiranno nei negozi a Natale, partecipare alle Ruolimpiadi, alle finali nazionali di non so più quanti tornei, fotografare i cosplay - che sono volenti o nolenti i protagonisti di Lucca Comics, non c'è un attimo di pausa. Ogni anno taglio qualcosa… e poi me ne pento. Ma è inevitabile.
Una chicca devo segnalarla, perché è davvero, davvero nerd: domenica 4 novembre al Caffè delle mura, i doppiatori italiani della serie tv Il trono di spade leggeranno l'ultimo capitolo della saga, I fuochi di Valyria.
Altrettanto nerd è questo video, e chiunque si commuova sappia che Lucca comics & games potrebbe essere casa sua:

 
 
Fatemi una cortesia, voi che ci andrete – da Luca Giuliano ad Andrea Vaccaro, da Gabriella Aguzzi a Federico Misirocchi, e poi gli amici della Uesm, della Torre del Naviglio, del Flying Circus – : scegliete per me un momento di questa edizione, un evento, una demo, e mandatemi due righe e/o una foto. Condividiamo.
Mi sentirò meno assente.
 

Altri post di Luca "sulfureo" Bonora

Ritratto di luca_bonora
30/09/2021 - 15:00
Dallo scorso anno ho il piacere di presidere la giuria dell'Etna Comics Efesto Awards, premio ludico collegato alla manifestazione catanese Etna Comics dedicato a originalità e innovazione nei giochi da tavolo.   Per il 2021 la giuria ha selezionato sei titoli che nel panorama italiano dei giochi...
Ritratto di luca_bonora
05/05/2021 - 17:45
Viaggiare per gioco oggi vi porta in America, nelle terre abitate dalle civiltà precolombiane, e in particolare dai popoli Maya e Aztechi, che per diversi secoli si insediarono nella parte più meridionale del Nord America, tra Messico, Guatemala e Belize. Questi popoli hanno da sempre solleticato l...
Ritratto di luca_bonora
30/11/2020 - 12:00
Nel 1925 Percy Fawcett, ufficiale di artiglieria, cartografo e archeologo britannico, partì per la giungla amazzonica alla ricerca di una misteriosa città perduta, che egli battezzò “Z“. Se c'era qualcuno in grado di sopravvivere a un’avventura così pericolosa, era Fawcett. Aveva servito l’esercito...
Ritratto di luca_bonora
13/10/2020 - 12:15
Con i suoi 8609 metri di altitudine, il K2 è la seconda vetta più alta della Terra (la prima, lo sapete, è l'Everest). Si trova nella catena del Karakorum, al confine tra Pakistan e Cina. La sua cima fu raggiunta per la prima volta da Achille Compagnoni e Lino Lacedelli il 31 luglio 1954, all'...
Ritratto di luca_bonora
07/09/2020 - 12:15
Il 23 ottobre di cent’anni fa nasceva a Omegna Gianni Rodari, probabilmente il più grande scrittore italiano per bambini. I bambini di oggi lo conoscono molto poco, ma la mia generazione (io sono nato negli anni Settanta) lo conosceva bene. Per molte ragioni diverse... Qualcuno era rodariano perchè...