A Milano, teatro nelle "Stanze" della casa museo Boschi Di Stefano

La Casa Museo Boschi Di Stefano, una delle dimore storiche milanesi tra i monumenti storici all’interno del circuito di Touring Aperti per Voi, si è trasformata in un teatro gli scorsi lunedì e martedì 24 e 25 novembre. Siamo nella silenziosa via Giorgio Jan 15 a Milano, proprio dietro al trafficato e luccicante di negozi Corso Buenos Aires: nella villa che fu degli sposi Antonio Boschi e Marieda Di Stefano, che qui vissero da dopo il matrimonio, avvenuto nel 1927, sono stati proprio loro a raccontare la propria casa al pubblico. O meglio: Daria Deflorian e Antonio Tagliarini hanno magistralmente interpretato le giornate dell’ingegnere e dell’artista, sposi e amanti per tutta una vita dedicata all’arte e alla ricerca del bello ne “Il posto”, lo spettacolo che hanno appositamente realizzato per “Stanze”, la rassegna ideata e condotta da Alberica Archinto e Rosella Tansini in collaborazione con Teatro Alkaest, e che prevede di portare il teatro in luoghi alternativi. Giunto ormai alla terza edizione, questo appuntamento teatrale si dimostra sempre più gradito dai milanesi: anche “Il posto”, infatti, è andato sempre sould out e ha visto l’esigenza d’iserire anche più repliche in un giorno solo. “Ci sono sempre più persone che leggono il programma di Stanze su giornali e recensioni varie, e decidono di venire ad assistere ad uno spettacolo –dice la Archinto-. Sì, perché proponiamo un approccio diverso al teatro: da un lato sono sempre prime visioni e talvolta, come nel caso di Boschi Di Stefano, anche produzioni ad hoc, e poi c’è l’occasione per visitare un luogo storico che magari non si era ancora riusciti a vedere”. Inizialmente, infatti, “Stanze” era realizzato a casa di privati che proponevano di usare la propria abitazione come teatro: chi decideva di venire a vedere uno spettacolo doveva prenotare il suo posto, ma l’indirizzo rimaneva segreto fino a poche ore prima. Veniva poi inviato con un sms, e ci si ritrovava in ora e luogo stabiliti. “Dall’anno scorso abbiamo deciso di portare ‘Stanze’ nelle case museo –dice Rossella Tansini- perché l’idea ha riscosso enorme successo e le abitazioni private non erano sufficenti a raccogliere tutti”.

Dopo lo spettacolo della Deflorian e Taglairini le persone potevano accedere a tutte le sale della dimora storica e visitarla, il pubblico era visibilmente soddisfatto, divertito e interessato sia per ciò che aveva appena visto, sia per il contesto in cui si trovava: le pareti letteralmente ricoperte di quadri, ogni mobile con una storia e un valore artistico dal valore incontestabile, e uno spettacolo che parlava in modo chiaro, attento e documentato di un amore forte e colto, ricco, appassionato e generoso. Non solo tra gli sposi reciprocamene, ma anche per aver donato in eredità tutta la propria collezione al Comune di Milano. “Ci rivediamo a marzo-aprile –dice Marzia Loriga fondatrice di Teatro Akaest-, per la prosecuzione di 'Stanze', con altre storie da vivere in altri luoghi”.

www.stanze.eu, www.fondazioneboschidistefano.it

 

 

Altri post di Marta Calcagno Baldini

Ritratto di jula
10/04/2019 - 17:15
Domani sera, giovedì 11 aprile, dalle 18, nel quartiere Isola a Milano “Anche i muri parlano”. Una conseguenza dello stress a cui sta arrivando la città invasa da designer multicolor? Non proprio. Si tratta anzi del titolo del progetto di decorazione ideato da “Piano Rialzato”, il laboratorio d’...
Ritratto di jula
31/03/2019 - 16:15
I prossimi 5-7 aprile si avrà l’occasione di fare il giro per le gallerie d’arte di tutto il mondo e di conoscere meglio la città di Milano. Il motivo è Miart, la Fiera d’arte contemporanea che si svolge a Fieramilanociy, padiglione 3 gate 5, ma non solo. Le 186 gallerie presenti in Fiera...
Ritratto di jula
21/09/2018 - 20:15
Da oggi a domenica 23 settembre Lugano è la città del disegno. Non solo per le 85 gallerie provenienti da 16 paesi da tutto il Mondo che partecipano a Wopart, la fiera delle opere su carta che si svolge in questo weekend al Centro Esposizioni della città svizzera, ma anche per le mostre parallele...
Ritratto di jula
28/06/2018 - 02:45
Da tutt’Italia e non solo provengono le più di 90 gallerie e musei che partecipano, quest’anno, alla terza edizione di Wopart- Work on paper art fair, la fiera internazionale d’arte dedicata non al digitale e al tecnologico, ma alle opere su carta. La fiera si svolge in Svizzera dal 2016 e si...
Ritratto di jula
15/09/2017 - 17:00
Intervista a Giandomenico Di Marzio che con Paolo Manazza ha creato e cura Wopart: l'arte su carta in fiera a Lugano alla sua seconda edizione dal 15 al 17 settembre  “Il mercato del collezionismo dei quadri è come quello delle figurine ormai: ce l’ho, non ce l’ho. Qui è diverso, si tratta di un...