Viaggiare per gioco. Dopo Lucca Comics & Games 2015

Lunedì mattina Lucca si sveglia e la magia è scomparsa. I padiglioni sono vuoti, i visitatori ripartiti, i cosplay struccati e cambiati. C'è il cielo azzurro, un azzurro che ci ha accompagnato per quasi tutta la manifestazione, in quella bizzarra estate lucchese che negli ultimi anni ha caratterizzato i gironi di Lucca Comics & Games.

Sembra estate, è novembre. Fa tutto parte della magia, di quella polvere di fata giunta dall'Isola che non c'è, e che all'Isola è tornata. C'è malinconia, il lunedì mattina a Lucca. C'è tempo per riposare, salutarsi - e manca sempre qualcuno - maledire il dono dell'ubiquità che ci ha impedito di vedere e fare almeno il triplo delle cose fatte.

Di questa edizione ricorderò i sorrisi dei ragazzi di Lucca, lo staff di felpine che in qualunque luogo, dal parcheggio alla sala Ingellis, ti accolgono sempre con un sorriso e con uan gentilezza vera, non forzata. Ricorderò i primi video fatti per il canale youtube (qui la mia partita a Colt Express), i due incontri con un mostro sacro del Gdr, Mark Rein-Hagen. La commozione di Massimo Senzacqua all'applauso del pubblico che gli rende omaggio per Kata Kumbas 35 anni dopo. Le marching band, i cosplayer, gli zombie, i personaggi di Star wars e di Hunger Games, i gruppi di Jack Sparrow, i Deadpool come se piovesse.

Ricorderò il concerto di Cristina D'Avena, la partita al nuovo Monopoly dopo vent'anni che non ci giocavo, i giochi provati con soddisfazione nei vari stand (su tutti un plauso per Apollo XIII, ansiogeno cooperativo dedicato alla storica missione Usa, della Pendragon; e Pozioni Esplosive, ovvero cosa accade quando Candy Crush incontra il gioco da tavolo, realizzato da Ghenos/Horrible Games), i mille giochi visti, annusati, desiderati ma solo sfiorati per problemi di tempo.

Come in Nightmare before Christmas, per evitare la malinconia si comincia a pensare già alla prossima edizione. Quella dei 50 anni, quella che durerà 5 giorni. Più grande, più ricca.

Mancano solo 364 giorni alla prossima Lucca C&G. E la magia rimane.

Laise da SilvaMacogioFilippo AiazziFabio CambiaghiAndrea AntoniLaise da SilvaFilippo AiazziStefano Braconi

Altri post di Luca "sulfureo" Bonora

Ritratto di luca_bonora
03/06/2020 - 17:45
Il 2020 è stato un anno unico sotto molti punti di vista. La pandemia di coronavirus ha condizionato seppure in modo diverso tutti i settori produttivi. Anche il mondo dei giochi da tavolo ne ha risentito, con produzioni rallentate e diminuite e soprattutto con tutte le fiere del settore dei primi...
Ritratto di luca_bonora
17/01/2020 - 09:45
Ok, oggi vi racconto tutto quello che c’è da sapere sul gioco più chiacchierato del momento, il famigerato Atlantico pubblicato da Clementoni. Perché famigerato? Perché Atlantico è un gioco da tavolo ispirato all’album omonimo di Marco Mengoni uscito nel novembre 2018, e siccome è un gioco da...
Ritratto di luca_bonora
23/11/2019 - 08:30
Torno sul parallelo giochi da tavolo-vini per parlare di un argomento al centro dell’attenzione degli utenti: il prezzo dei boardgame. Non si contano le volte che il prezzo di pubblicazione di un titolo viene criticato perché eccessivo, talvolta corroborando la tesi con piccoli errori nella...
Ritratto di luca_bonora
04/11/2019 - 11:30
Negli ultimi tempi è tornato di moda, nel mondo dei giochi da tavolo, un tema che era stato a lungo accantonato: quello dalla gara, in cui non ci sono punteggi da raggiungere, ma vince chi arriva primo. Tre titoli hanno attirato l’attenzione di molti: Flamme Rouge, Gioco dell’Anno 2018; El Dorado,...
Ritratto di luca_bonora
05/09/2019 - 11:30
1 - Che cos’è il Premio Efesto? Il Premio Efesto nasce con l’intento di premiare l’originalità e l’innovazione nei giochi da tavolo. Questo sarà il criterio cardine, seguito da criteri di qualità nella realizzazione del gioco (qualità anche estetica), nella chiarezza del regolamento e nel rapporto...