Viaggiare per gioco: 5 motivi per andare a Play Modena l'1 e 2 aprile

In questi giorni sta circolando in rete il decalogo della Play, ovvero 10 buoni motivi per andare a Modena dal 31 marzo al 2 aprile al Festival del gioco. Premesso che Play è ormai il più importante appuntamento ludico in Italia, con spazi pari se non superiori a quelli di Lucca Comics & Games (però a Lucca sono i fumetti protagonisti, quindi tutto torna), e che quindi per appassionati e curiosi è un appuntamento imperdibile, l’ingrandirsi della manifestazione impone di organizzarsi. Tutto non si può fare, e soprattutto oggi che Play è uscita dalla fiera e ha invaso Modena, occorre una mappa per districarsi. La mappa la trovate in pdf a questo link, ma se volete qualcosa di meno astratto, ecco i miei personalissimi 5 buoni motivi per andare a Play, quest’anno.  

1. Perché si gioca, tanto e a tutto: da tavolo e di ruolo, da giochi  di carte collezionabili alle miniature; e ancora giochi dal vivo, videogiochi, giochi della tradizione, giochi di strada, costumisti, cosplayer e molto altro.
Nell’Area ospiti, il pubblico potrà incontrare i migliori game designer e i più illustri autori, nonché provare nuovi prototipi in anteprima, conoscere gli illustratori e tanto altro ancora!

Naturalmente ci saremo anche noi giurati del Gioco dell’Anno e del Gioco di Ruolo dell’Anno, a provare nuovi titoli, cercare candidati per la prossima edizione, firmare autografi e rispondere a critiche e insulti.

 

2. Chi ci segue sa della nostra passione per le Escape Room. A Play sarà presentata in anteprima Titanic:2099, la prima Escape Room tripla. Titanic:2099 è un viaggio indimenticabile alla volta di Marte a bordo dell'astronave Titanic, dove i giocatori vengono accolti da un capitano-regista che sovraintende la storia. In via Carteria, Nautylus presenta in anteprima la sua nuova Escape Room "Out of Time". E per chi ama le esperienze ludiche in prima persona, la sezione PlayLarp permette di giocare di ruolo dal vivo una ventina di avventure brevi diverse.

 

3. Perché è stato ideato un ampio Fuori Salone che si sviluppa su tutto il centro storico di Modena e occupa, in maniera giocosa, piazze, edifici storici, sale, polisportive. Ad esempio, in piazza Roma verrà allestito un mercatino di oggettistica legata al gioco di ruolo dal vivo, e un’arena dove si terranno eventi quali presentazioni delle ambientazioni, tornei, workshop e altro. Il programma dettagliato lo trovate qui.

 

4. Perché Play celebra i 2200 anni di fondazione di Modena, la romana Mutina. A Play, giochi, incontri, conferenze a tema e un urban game che fra storia, gioco e azione scenica fa rivivere un episodio che decise il futuro di Roma: la Guerra di Mutina, del 43 a.C. Da quello scontro uscì vincitore Caio Giulio Cesare Ottaviano, futuro primo imperatore di Roma con il titolo di Augusto.

 

5. Perché ci sarà la caccia agli zombie! Domenica alle 14 parte da Roma ’invasione dei morti viventi,: riusciremo (farò di tutto per esserci, vincendo la mia fobia per i non morti) a salvare la città utilizzando le più moderne tecnologie Laser tag? Scopritelo dal vivo.

 

PLAY si svolge nel quartiere fieristico di Modena (Padiglioni A, B,  C e sale ai piani superiori: oltre 22000 mq coperti), facilmente raggiungibile dalla città e da fuori. Nei giorni dell'evento un servizio di navetta gratuite collegheranno il quartiere fieristico, la stazione ferroviaria ed il centro della città. 

ORARI

Sabato 1 Aprile dalle 9 alle 20; Domenica 2 Aprile dalle 9 alle 19

BIGLIETTI
Abbonamento 2 giorni € 22 - Abbonamento 2 giorni bambini 4-10 anni € 5
Intero € 14 - Ridotto convenzioni € 11 - Bambini 4-10 anni € 3

 

Altri post di Luca "sulfureo" Bonora

15/05/2017 - 16:00
Siamo onesti: quando pensiamo a un Paese ricco di parchi di divertimento e di parchi avventura, non ci viene in mente l’Austria. E sbagliamo. Oggi Viaggiare per gioco vi racconta alcune destinazioni per famiglie proprio in Austria, a poca distanza dal confine (massimo due ore di auto dal Brennero,...
09/05/2017 - 12:00
Grotte e caverne mi hanno sempre affascinato. Quel mondo sotterraneo così diverso dal nostro, fatto di dungeon purtroppo senza dragons, di stalattiti e stalagmiti, in bilico fra realtà, fiaba e incubo (per chi è claustrofobico o ha paura del buio). Sono tornato dentro quelle che reputo le grotte...
10/04/2017 - 14:30
L’arte di potare le piante per ricreare forme precise, geometriche oppure legate alla natura (figure umane, animali…) si chiama arte topiaria, dal latino ars topiaria. A dare popolarità a questa meravigliosa arte ha contribuito il regista Tim Burton, quando nel 1990 realizzò il film Edward Mani di...
28/02/2017 - 15:30
Sarà una edizione speciale di Cartoomics quella che sta per aprire i battenti a Fiera Milano Rho. Giunta al 24° anno, la fiera milanese di fumetti, cinema, giochi, videogames e cosplay – dal 3 al 5 marzo – presenta un parterre di ospiti assolutamente eccezionali. Per la sezione fumetto, l’ospite...
15/02/2017 - 11:45
Il fascino dell'Egitto non è solo senza tempo, ma si estende anche a tutti i campi, compreso quello dei giochi da tavolo: sono davvero numerosi i titoli ispirati al Paese dei faraoni, fra templi, piramidi, divinità e viaggi lungo il Nilo. Ecco i titoli più belli di ieri e di oggi, secondo il mio...