Sul Lago d'Orta il festival del cinema rurale : 15, 16 e 17 settembre 2017

Si chiama Corto e Fieno il Festival del cinema rurale giunto all'ottava edizione che si tiene a Omegna e a Miasino, sul Lago d'Orta (Vb) dal 15 al 17 settembre. Il festival continua le sue esplorazioni e incursioni agricole e cinematografiche, tra film di animazione, finzione e documentari. I film arrivano da tanti Paesi diversi: dall’Afghanistan al Perù, passando per Russia, Messico, Madagascar, Colombia, Etiopia ed Europa (Italia, Francia, Norvegia, Svizzera, Serbia solo per citarne alcuni). Saranno 36 i titoli per una tre giorni dedicata a tradizioni e stravaganze rurali per offrire uno spaccato del mondo contemporaneo, in dialogo con la natura e la campagna, attraverso scelte di vita e azioni quotidiane di pura sopravvivenza.

Apre il festival il 15 settembre alle ore 21 una carrellata di cortometraggi al Cinema Sociale di Omegna, tra cui segnaliamo l’italiano Vacche ribelli, dedicato a una mandria di mucche che, agili come caprioli e tornate allo stato brado, continuano a vivere libere nei boschi di Mele e Masone, in provincia di Genova. Sabato 16 dal pomeriggio e domenica 17 per tutta la giornata, le proiezioni animeranno i vari spazi nei comuni coinvolti: si potranno così scoprire, tra i tanti titoli in programma, le tradizioni del popolo Guaraní in Brasile (Em busca da terra sem males); antiche leggende scandinave sulle anime (Sredi chernih voln - Among the Black Waves), la sorte di immigrati siriani in cerca di un futuro diverso nella campagna francese (Soury); gli ultimi testimoni di comunità agricole delle Marche (La terra dopo la terra); cooperative peruviane che contrastano con il proprio lavoro il narcotraffico (Tierra Virgen); una commedia brillante con una canzone dedicata al primo uomo nello spazio, nata da un’idea nel cuore della campagna serba (Ringo Rocket Star and his song for Yuri Gagarin); il taglio della legna nei mesi invernali su una ripida montagna sopra il lago di Ägeri, in Svizzera (Ins Holz - In the Woods); il duro lavoro del capo dei sub delle acque nere di Città del Messico (El Buzo - The Diver).

La giuria di Corto e Fieno premia a fine festival i primi classificati di ogni sezione in concorso con uno speciale “ruralès”. Consegna il Rastrello d’oro per Frutteto e lo Zappino d’oro, Premio Speciale della Giuria dedicato a Maria Adriana Prolo, nata a Romagnano Sesia e fondatrice del Museo Nazionale del Cinema di Torino. Il pubblico del festival, la giuria popolare, consegna la Vanga d’oro. I più piccoli l'Innaffiatoio d’oro per Germogli.

Tutte le proiezioni di Corto e Fieno sono a ingresso libero.

Info: cortoefieno.it

Altri post di Piero Carlesi

22/09/2017 - 12:30
Da mercoledì 27 a sabato 30 settembre, presso il Cine Teatro Arca di Milano, in zona 4, si terrà il MIMOFF, Milano Mountain Film Festival. Organizzato da Associazione Montagna Italia, in collaborazione con l’Associazione Edelweiss e il contributo del Municipio 4 di Milano, con il patrocinio del...
18/09/2017 - 15:00
Si terrà nella cittadina valdostana nel finesettimana del 23-24 settembre la 21° edizione della mostra mercato internazionale dei libri antichi di montagna. La rassegna si tiene nel salone Le Murasses, a 200 m dal casello di Verrès dell'autostrada della Valle d'Aosta. La formula è rigida, ma ha...
11/09/2017 - 11:30
Fausto De Stefani, Lorenzo Cremonesi ed Enrico Camanni saranno gli autori protagonisti dei tre incontri sulla letteratura di montagna che il Club alpino italiano organizza quest'anno al festival Pordenonelegge, in programma nella città friulana dal 13 al 17 settembre prossimi. Si inizia venerdì 15...
05/09/2017 - 11:15
Dal 5 al 14 agosto si è tenuta a Valtournenche e a Breuil-Cervinia la ventesima edizione del Cervino cinemountain festival. Non ne avevamo ancora dato conto e ora lo facciamo, anche se è passato quasi un mese. Il massimo premio è stato assegnato a Samuel in the clouds, di Pieter Van Eecke (Belgio...
01/09/2017 - 11:00
Alcuni anni fa al Trentofilmfestival ero rimasto impressionato nel vedere Swiss machine, un incredibile film sulle avventure alpinistiche in grande velocità dello svizzero Ueli Steck. Il documentario documentava (la ripetizione è proprio voluta!) le sue ascensioni da record nelle Alpi su...