Oggi a Milano tre film straordinari sulla Yosemite Valley

Il Trento Film Festival con tre straordinari film di alpinismo martedì 13 febbraio sarà protagonista di una serata su “Le grandi montagne del mondo”, dedicata alla Yosemite Valley, che si svolgerà alle 21.15 allo Spazio Oberdan di Milano.

L’evento, organizzato da Meridiani Montagne in collaborazione con il Trento Film Festival 365 condurrà lo spettatore nel clima surreale e vertiginoso della “Valley”, con film mozzafiato, ricostruzioni storiche e il racconto delle ultimissime imprese d’arrampicata da parte dello scrittore e giornalista Marco Albino Ferrari.

Il primo film del Trento Film Festival ad essere proiettato sarà Solo di M. Hoover (USA, 1973 – 15′) Gran Premio “Città di Trento” 21. Trento Film Festival 1973. Solo cambia la rappresentazione dell’alpinismo, la cui realtà era stata fino ad allora rappresentata da ore e giorni grandi, da durezze e sacrifici e morti tragiche. Nel film la montagna e l’alpinismo diventano vita, gioia, gioco che trovano il momento più alto quando il protagonista solitario salva un ranocchio prigioniero tra le rocce, liberandolo poi felice, come il suo salvatore, nelle acque di un ruscello. La montagna è rappresentata, dunque, come gioia di conquista e di vita, affrontata come un balletto solitario nel quadro sereno della natura.

Gli altri due film saranno, rispettivamente Honnold 3.0, di Josh Lowell e Peter Mortimer (USA, 2012 – 32′) e Project Dawn Wall, di Josh Lowell (USA, 2011 – 11′).
Honnold 3.0 ha come protagonista il celebre Alex Honnold, conosciuto come il più audace climber solista della sua generazione, che si pone la domanda di come sia possibile conciliare l’ambizione con l’istinto di sopravvivenza. Dalla prima salita in free solo di un boulder di grado 8a, alle avventure su pareti lontane e non attrezzate, fino al record di velocità stabilito sul Nose, Honnold combatte con questo dilemma interiore e nel frattempo si prepara alla sua sfida più grande: la Yosemite Triple, dove in meno di 19 ore dovrà scalare Mt. Watkins, El Capitan e l’Half Dome, per il 95% in free solo.
Anche Project Dawn Wall di Josh Lowell (USA, 2011 – 11′) ha come protagonista un altro celebre climber, Tommy Caldwell, specialista di big wall, che ha dedicato l’ultimo decennio della sua vita ad aprire vie su El Capitan, nello Yosemite, riscrivendo la storia dell’arrampicata. Il film racconta l’impresa del climber, per tre stagioni impegnato sul suo ultimo progetto: l’impossibile Dawn Wall. Tommy procede insieme a Kevin Jorgeson, esperto di bouldering, finché un temporale di proporzioni epiche impedisce ai due di proseguire, almeno fino all’anno successiv

Altri post di Piero Carlesi

Ritratto di pierocarlesi
23/07/2018 - 12:15
Torna, dal 4 al 12 agosto a Breuil-Cervinia e Valtournenche l’appuntamento annuale con il Cervino CineMountain, la rassegna internazionale di film di montagna più alta d’Europa, giunta alla sua XXI edizione. Protagoniste le storie, le avventure e le emozioni a tutto tondo nelle 64 pellicole in...
Ritratto di pierocarlesi
19/07/2018 - 15:15
Sestriere (To) ospita dal 28 luglio al 4 agosto l’ottava edizione del Sestriere Film Festival 2018, evento internazionale dedicato al cinema di montagna, in programma al Cinema Fraiteve. Organizzato dalla Associazione Montagna Italia, in collaborazione con il Comune di Sestriere, il Consorzio...
Ritratto di pierocarlesi
12/06/2018 - 10:45
Domenica 17 giugno, in 45 località di 15 regioni, CAI e CNSAS organizzano presidi di sentieri, ferrate e falesie con momenti informativi sugli accorgimenti da prendere per ridurre il rischio di incidenti, escursioni guidate e dimostrazioni di soccorso Accrescere la consapevolezza dei rischi e dei...
Ritratto di pierocarlesi
06/06/2018 - 16:30
A Fisciano (SA), venerdì 8 giugno 2018 dalle 8.30, Aula Consiliare G. Sessa Geologi, meteorologi, chimici e agronomi, insieme per parlare de' “L’importanza della meteorologia nelle attività antropiche”. Questo il titolo del convegno, organizzato da Ordine dei Geologi della Campania con A.I.S.A.M. (...
Ritratto di pierocarlesi
30/05/2018 - 13:45
Conosco abbastanza la montagna ligure. Qualcuno osserverà: “Come? E il mare?”. Già il mare in Liguria è importante, ma è la montagna che domina il territorio. Una montagna vissuta, terrazzata, coltivata e ricca di storia, come documentano tanti borghi sparsi sulle pendici. Tra il Levante e il...