Sondriofestival 2020: rilanciato dallo streaming

Nonostante l’anno disgraziato e funestato dalla pandemia mondiale si è tenuto a Sondrio il Sondriofestival, ossia il festival dei documentari girati nei parchi e nelle aree naturali protette. Certo, questa 34a edizione è stata molto diversa dalle precedenti; infatti, come altri festival di quest’anno, si è tenuta da remoto con la visione dei film in streaming.

Tutto si è svolto dal 14 al 29 novembre, due intere settimane nelle quali praticamente da tutto il mondo connesso si sono potuti vedere i 14 documentari ammessi alla fase finale del concorso e selezionati la scorsa estate dal Comitato scientifico del festival.
Bisogna dire subito che mettere a disposizione i documentari in streaming ha moltiplicato le visioni e ha lanciato il festival in un’orbita mondiale, oltre che nazionale, prima inimmaginabile. L’altra faccia della medaglia però è che da remoto si sono persi tutti quei contatti umani che sicuramente fanno di un festival in presenza un motivo in più per parteciparvi. L’esperimento però è riuscito e non è detto che in futuro quando tutto tornerà più o meno come prima – speriamo! - non si possa comunque far condividere a un pubblico più vasto di quello tradizionale – che come è noto non si ferma al teatro di Sondrio ma è allargato a molti centri della provincia – almeno per qualche giorno una visione dei film finalisti da remoto.

Domenica 29, nella giornata conclusiva dell’evento, sempre in streaming abbiamo potuto assistere alle premiazioni, con lettura dei verbali, consegna da remoto dei premi e interventi dei vincitori, con proiezione dei trailer dei premiati.
Il primo premio Città di Sondrio è stato così vinto dal film canadese La taiga: le foreste del grande nord di Kevin McMahon. Il premio del Parco nazionale dello Stelvio è andato al russo Salmone rosso del Pacifico. Il tesoro della Kamchatka di Dmitriy Shpilenok. Il premio della Regione Lombardia, riservato a un documentario girato nell’Unione europea, è stato vinto dal tedesco I prati: un paradiso perduto, di Jan Haft. Infine la giuria internazionale, quest’anno presieduta da Daniela Berta, direttore del Museo nazionale della montagna di Torino, è andato al francese Il tempo di una vita, di Véronique, Anne ed Erik La Pied, girato nel Parco nazionale del Gran Paradiso.
Tra i premi minori quello del pubblico, andato all’austriaco Okavango, il fiume dei sogni di Dereck Joubert e il premio CAI Renata Viviani, andato ancora al film sul salmone rosso.

In conclusione, anche quest’anno il Sondriofestival non ha deluso gli appassionati di cinema e di natura. I 14 film finalisti erano tutti di grande levatura e non è stato facile individuare chi premiare. L’appuntamento ora è per il 2021, speriamo proprio di nuovo in presenza.

Altri post di Piero Carlesi

Ritratto di pierocarlesi
25/08/2019 - 18:00
Lo scorso giovedì 22 agosto sono entrati in Valsesia dal Colle del Turlo provenienti da Macugnaga 11 ragazzi di Va’ Sentiero che attraversano il nostro Paese sui monti del il Sentiero Italia-Cai, il più lungo trekking del mondo (6800 chilometri). L’arrivo ad Alagna ha coinciso con il traguardo già...
Ritratto di pierocarlesi
06/05/2019 - 15:15
Trento, 5 maggio. Si sono appena spenti i fari di questa grandiosa, splendida 67a edizione del Trentofilmfestival e sono pronto a darvi i miei commenti su questo evento che anno dopo anno sta crescendo sempre di più. Basta dare qualche numero: 127 film proiettati, 144 eventi realizzati,...
Ritratto di pierocarlesi
15/04/2019 - 11:00
Un itinerario di sette tappe per scoprire un pezzo di Alto Adige inedito, nel cuore del Parco nazionale dello Stelvio L’Alto Adige presenta la nuova Alta Via dell’Ortles: un bellissimo percorso escursionistico che permetterà ai suoi percorritori di toccare davvero il cielo con un dito: 119 km di...
Ritratto di pierocarlesi
10/03/2019 - 19:00
Sabato 9 marzo presso la prestigiosa sede del Palazzo della Gran Guardia di Verona si sono tenute, davanti a una sala gremita di appassionati, le premiazioni della 4° edizione del Verona Mountain Film Festival 2019. La serata, presentatra dal presidente dell'associazione Montagna Italia Roberto...
Ritratto di pierocarlesi
05/03/2019 - 11:15
Inizia oggi al Palazzo della Gran Guardia, alle ore 20.30, a ingresso libero, la quarta edizione del Verona Mountain film festival organizzato dall'associazione Montagna Italia di Roberto Gualdi, con la partecipazione delle Sezioni CAI del territorio veronese, patrocinato da vari enti e istituzioni...