SHIMODA:MISHIMA & MADELEINES

Tokyo.”I biscotti italiani sono migliori dei biscotti inglesi”,sosteneva D`Annunzio.Ma non aveva, forse, mai assaggiato quelli nipponici che sono davvero squisiti. Sono piu` di cent`anni,ormai, che in Giappone si sforna un`eccellente pasticceria  da te`(da non confondere con i “wagashi” della omonima cerimonia!) . Gusto  assolutamente europeo,franco-anglo-belga,venduti a caro prezzo -magari su prenotazione(un anno di attesa!)- in negozi snobissimi , fornitori della casa imperiale, come Murakami o Izumya,  i biscotti,sono omai un prodotto di consumo ordinario per tutte le famiglie giapponesi. Democraticamente disponibili, in tutte le fogge e gusti , sugli  scaffali dei supermercati e degli economici, onnipresenti Kombini. Buoni e per tutte le tasche.

 

Questo preambolo per dire che sono stato nei giorni scorsi, di calura agostana,a Shimoda,cento chilometri da Tokyo. Una bella e storica cittadina marinara quasi al fondo della penisola di Izu dove ho assaggiato delle straordinarie” madeleines” sfornate da una vecchia bottega locale,Nisshindo.

La curiosita` e` che  degli spugnosi dolcetti proustiani, a forma di conchiglia, era ghiotto Mishima, un habitue`dei luoghi.

     

Il grande e celebre scrittore trascorreva,infatti, molto tempo a Shimoda.In una suite del  raffinato Shimoda Tokyu hotel-una preservata(Anni Sessanta) meraviglia alberghiera dove ho avuto il piacere di soggiornare- scrisse il finale della sua ultima ,complessa opera:” Il mare della fertilita`”.Si era nell`estate del 1970.A fine novembre, lo scrittore ,si uccise, con rito da samurai, al termine di una plateale dimostrazione politica.

Lo straordinario paesaggio che avvolge Shimoda, non ha affascinato solo Mishima.Un altro grande personaggio della letteratura giapponese, il premio Nobel ,Yasunari Kawabata,che gli era stato in qualche modo maestro,vi aveva gia` ambientato il suo romanzo piu`famoso “La danzatrice di Izu” nel 1926.

  

Tra i tanti e tanti ,l`ospite, indesiderato,ma piu`famoso di Shimoda e` il commodoro Mattew Perry.L`ufficiale di marina che,nel 1854, vi approdo`,al comando di quattro fumose vaporiere americane-le leggendarie “kurofune” o“navi nere”- dotate,pero`, di cannoni-obici Paixhans.

La splendida baia piacque molto al commodoro(poi promosso contrammiraglio e gratificato, dal Congresso riconoscente ,con venticinquemila dollari) e con l`accordo non entusiastico del Bakumastu-l`ormai debole regime shogunale- decreto` l`apertura dello storico porto giapponese al commercio americano.E dopo piu`di due secoli al mondo di fuori.

  

 L`anno dopo fece scalo, sempre a Shimoda,`con lo stesso scopo, una flotta delle marina imperiale russa .I giapponesi,un`altra volta,, come dicono a Roma, abbozzarono.

Altri post di Leo Grigliè

Ritratto di lgriglie
08/07/2021 - 09:45
Tokyo.A un giovane e interessante amico italiano,Edoardo,un grande appassionato di cultura giapponese, che vive a Tokyo e lavora per una multinazionale informatica,ho suggerito Ishigaki come meta preferenziale per le sue imminenti,ancorche`brevi, vacanze estive.E`-gli ho detto-uno dei posti piu`...
Ritratto di lgriglie
02/06/2021 - 13:45
Tokio.Un poco tristi in questo inizio d` estate, piovoso,grigio, spiacevole per le protratte restrizioni anti-Covid,volte a propiziare un`improbabile(e non desiderata) olimpiade.Ci  fa bene ricordare un bel posto visitato di recente.Kohama. E`,questa,`con Ishigaki e Iriomote una delle piu`attraenti...
Ritratto di lgriglie
13/05/2021 - 07:45
Tokyo.Sono-stimano gli esperti del Parco Nazionale-poco piu`di cento i gatti selvatici sopravissuti nei Millenni nelle foresta subtropicale di Iriomote,un`isola di 290 chilometri quadrati a cento miglia da Taiwan e tre ore scarse d`aereo dalla capitale giapponese.Specie in via d`estinzione-sono...
Ritratto di lgriglie
06/03/2021 - 06:30
Tokyo.Ho scoperto il Giappone intorno ai dieci anni grazie ai film di Kurosawa.Quelli  piu`famosi li ho visti e rivisti mille volte e ogni volta, mi hanno aiutato a capire qualcosa in piu`di questo difficile paese e della sua gente. Conosco bene molte delle cruente storie guerresche narrate dal...
Ritratto di lgriglie
04/02/2021 - 12:30
Tokyo.Al grande maestro Hokusai,piaceva il movimento.Visitando il piccolo,ma modernissimo museo a Sumida, veniamo a sapere che l`immortale autore delle celebrate “vedute del Monte Fuji”,morto quasi novantenne nel 1849,cui si ispirarono pittori come Monet e musicisti come Debussy,nella sua lunga e...