Ad Ardesio il filmfestival sulla devozione popolare

Si è tenuto dal 27 al 29 agosto scorso (2021) ad Ardesio, in alta Val Seriana (Bg) la seconda edizione del filmfestival Sacrae Scenae, sulla devozione popolare.
Organizzato da Vivi Ardesio, con la partecipazione del Comune e della Pro Loco e la direzione artistica di Cinema e Arte, associazione di Bergamo il cui presidente è Roberto Gualdi, il festival ha presentato in tre giorni 22 opere selezionate fra le sessanta pervenute da tutto il mondo. Ardesio, che è stata le cornice dell’evento, dista solo 3 chilometri dal borgo di Gromo, ben noto ai nostri lettori e soci perché paese Bandiera arancione del Touring.

L’evento ha avuto un notevole successo e un significato particolare perché è stato uno dei pochi festival cinematografici con il pubblico in presenza, pur nel rispetto di tutte le norme anticovid, ossia ingresso in sala previa esibizione del certificato verde e misurazione della temperatura corporea.
Il festival Sacrae Scenae è nato nel 2020 grazie a una intuizione di Fabrizio Zucchelli, già sindaco in tempi passati di Ardesio e oggi presidente del Festival; la tematica tutta particolare rende l’evento unico nel suo genere e finora inimitato.
La serata finale, tenutasi nel moderno e prestigioso cinema parrocchiale di Ardesio, ha visto il concerto della Compagnia delle chiavi con la soprano Silvia Lorenzi e le premiazioni, con la partecipazione di numerosi ospiti, tra cui l’assessore regionale alla Cultura e Autonomia Stefano Bruno Galli, il presidente della Banca di credito cooperativo di Bergamo Duilio Baggi, il presidente di Vivi Ardesio Simone Bonetti, vari amministratori locali e rappresentanti degli sponsor.

La giuria, presieduta da Nicola Bionda ha assegnato il primo premio e vincitore assoluto al film Brothers in Buddha del regista Beth Wishart Mackenzie per aver documentato attraverso l’esperienza di Michael, un adolescente canadese alle prese con la definizione della propria identità di uomo, il punto di vista nuovo sulle implicazioni di una radicale scelta spirituale e sulle concrete possibilità di una vera integrazione multiculturale.

Una menzione speciale è poi andata al film Wells of hope della regista trentina Lia Beltrami per essere riuscito a testimoniare con forza lo sfruttamento delle donne e la tratta degli organi con testimonianze di vibrante forza emotiva in una regione martoriata da soprusi e guerre.
Una seconda menzione è infine andata al film Our lady’s peace del regista montenegrino Vladimir Perovic’ per essere riuscito a mostrare con forza poetica l’affascinante contrasto tra il luogo e il tempo del sacro e la vita, più o meno consapevole che lo attraversa ogni giorno. Una denuncia sul turismo mordi e fuggi delle crociere ambientato in un’isola nelle Bocche di Cattaro.

 

 

Altri post di Piero Carlesi

Ritratto di pierocarlesi
18/02/2021 - 11:30
La grande storia si è sempre occupata poco delle nostre Alpi. A parte la conquista romana e la vittoria dei consoli romani sui vari popoli alpini, dai Cozi ai Salassi, dai Leponzi ai Reti di cui poderosa testimonianza è il Trofeo a La Turbie, in Costa Azzurra, vicino a Montecarlo, poco si è...
Ritratto di pierocarlesi
30/11/2020 - 10:30
Nonostante l’anno disgraziato e funestato dalla pandemia mondiale si è tenuto a Sondrio il Sondriofestival, ossia il festival dei documentari girati nei parchi e nelle aree naturali protette. Certo, questa 34a edizione è stata molto diversa dalle precedenti; infatti, come altri festival di quest’...
Ritratto di pierocarlesi
27/01/2020 - 13:00
Si è concluso sabato sera 25 gennaio, con una bella serata al Cine-teatro Mazzoleni di Seriate (BG), l’Orobie Film Festival, giunto alla edizione numero 14. Dopo numerosi spettacolari film proiettati nel corso della settimana, intervallati da diversi eventi collaterali, il Gran Galà ha messo la...
Ritratto di pierocarlesi
17/01/2020 - 18:30
Si è tenuta venerdì 17 gennaio alle ore 12 presso la Provincia di Bergamo la presentazione della 14° edizione di OFF, l’Orobie Film Festival. Promosso dall’Associazione culturale Montagna Italia, il Festival cinematografico di Bergamo e provincia è interamente dedicato al mondo della montagna e si...
Ritratto di pierocarlesi
26/11/2019 - 18:45
Vince il ghepardo iraniano, ma la regina del festival è un’orsa polare La 33a edizione del Sondriofestival, l’evento che anima più di ogni altro il capoluogo della Valtellina e Valchiavenna si è conclusa da due giorni con un grande, enorme successo. Io seguo questo festival dalla decima edizione e...