ESCLUSIVA WEB - Elefante e uomo: un rapporto di amore e rispetto

Si sono rinnovate, le Guide Verdi del Touring, seguendo l’evoluzione dei gusti, dei consumi e del modo di viaggiare. Fra i contenuti troverete approfondimenti e consigli d’autore su musica, cinema e vita quotidiana, focus su piatti, festival e sapori locali, proposte di turismo all’aria aperta, naturalistico e sportivo. Vi proponiamo un estratto dalla Nuova Guida Verde India, con un approfondimento legato al rapporto elefante-uomo, da scaricare (con contenuti aggiuntivi) anche in pdf.

Sul cruscotto dei taxi; appesa allo specchietto retrovisore dei motorisciò; nei ristoranti e nei bazar: non si trova solo nei templi, l’immagine di Ganesha, figlio primogenito di Shiva e Parvati, il dio dalla testa d’elefante che propizia la riuscita di qualsiasi impresa. Per questo la sua faccia benevola e il suo pancione accompagnano ogni momento di un viaggio in India. Di dimensioni più ridotte dei loro cugini africani, con le orecchie più piccole e la fronte più sporgente, gli elefanti indiani sono stati da secoli addomesticati e aiutano l’uomo con la loro forza straordinaria. Allo stato brado gli elefanti vivono in branchi, i cui membri sono tra loro estremamente solidali e protettivi nei confronti dei cuccioli. Questi ultimi vengono alla luce dopo una lunga gestazione (fino a 22 mesi) e misurano alla nascita circa un metro d’altezza, con un rispettabile peso che sfiora in media i 100 kg. Intorno al secondo anno di vita ai maschi spuntano le zanne d’avorio, che per gli elefanti costituiscono una vera disgrazia, visto che ancora oggi, nonostante il divieto di commercio, il bracconaggio miete decine di vittime.

Un elefante raggiunge la maturità verso i 14 anni e, bracconieri permettendo, può raggiungere e superare gli 80 anni di vita. Un esemplare adulto può pesare oltre cinque tonnellate e arrivare a un’altezza di quasi 3 m. Privi di ghiandole sudoripare, gli elefanti sono legati ad habitat con buone provviste d’acqua, visto che per proteggersi dal calore sono costretti a inumidirsi costantemente la coriacea epidermide cospargendola d’acqua con la lunga proboscide; un esemplare adulto consuma intorno ai 150 litri d’acqua al giorno (per una pari quantità di foraggio, che viene lungamente ruminato). Gli elefanti in cattività vengono addestrati fin dai primi anni di vita; con il mahaut, l’addestratore-conducente, si crea quasi un rapporto di affettuosa simbiosi, particolarmente avvertibile assistendo alle operazioni di lavaggio e foraggiamento.

SCARICA IL PDF dalla Nuova Guida Verde India del Nord.

Per comprare la Nuova Guida Verde India del Nord (288 pagine + 72 di informazioni pratiche), visita www.touringclubstore.com