Inchiesta bus. Prezzi ed emissioni

DA MILANO A MONACO, L'AUTOBUS HA IL MIX VINCENTE
L’autobus di linea non è solo conveniente ma offre, per distanze inferiori ai 500 chilometri prive di collegamenti ferroviari ad alta velocità come il Milano-Monaco di Baviera, tempi di percorrenza ragionevolmente concorrenziali. Già per mete come Roma (7 ore e 25 contro le 2 ore e 55 del treno no stop di Italo) o Parigi (12 ore di autobus) cambiano le carte in tavola.
Il confronto è costruito, con partenza e arrivo nel centro delle città, sul principio di aggregatori online come GoEuro.it, escludendo tariffe promozionali a un euro (il ticket standard Milano-Monaco di FlixBus va da 25 a 59,50 euro) e biglietto dei mezzi pubblici urbani; sono perciò compresi pure trasferimenti al terminal, tempi tecnici di presentazione e attesa della partenza. 

DUE A ZERO PER IL BUS
Grazie all’elevato indice di occupazione dei posti l’autobus di linea batte il treno sia in fatto di emissioni (in chili di CO2) sia di consumo effettivo di energia, espresso per facilità di comprensione in equivalenti litri di benzina. Il computo è basato sul protocollo Tremod 5.62 dell’agenzia federale tedesca per l’ambiente utilizzato anche da ClimatePartner, società specializzata in compensazione ambientale. Nel caso del percorso in bus Milano-Monaco, viaggiare a impatto zero comporta un “supplemento ambientale” pari a 0,54 euro.

LO SCONTO PER I SOCI
In base alla convenzione tra Tci e FlixBus i soci dispongono di quattro buoni sconto da 5 euro, per un totale di 20 euro, da usare su tutte le linee di FlixBus. Per scaricare i voucher e prenotare con lo sconto: www.touringclub.it/
convenzioni/flixbus