In viaggio con Gaia. Gioielli e artigiani Sami

Immaginate un villaggio, in scandinavia, in Norvegia, per essere precisi. Un villaggio nel cuore della tundra, non sul mare, ma in un territorio di granito, licheni, praterie, laghi, boschi di betulle, salici, e abeti. Un villaggio Sámi, per essere ancora più precisi. Ma no, non che abitano in capanne con il tetto ricoperto da uno spesso strato di terra ed erba. Abitazioni come quelle di un comune abitante di quelle regioni artiche, solo che si tratta di Sàmi. Questa è Koutekeino, in Norvegia, molto vicino ai confini con Svezia e Finlandia.

Se ci passerete in estate troverete il villaggio un po' poco... vivace. Molti degli abitanti di Koutekeino saranno al seguito delle grandi mandrie di renne che avranno condotto verso la costa. In inverno e nelle stagioni di passaggio, invece, la cittadina si anima, è popolosa e si susseguono eventi legati soprattutto alla gestione delle renne, ma anche alla pesca o alla raccolta di prodotti della natura.

Ma vale comunque la pena passarci, anche in estate. Diversi i motivi, tra questi vi segnalo la visita alla Juhl's Gallery, una galleria che mostra i prodotti di gioelleria degli artigiani della regione. La struttura della galleria è speciale: è molto vasta e articolata (non pensate di cavarvela in mezz'ora, prendetevi il vostro tempo). È stata costruita grazie alla visione di Frank e Regine Juhl, che arrivando dal meridione della scandinavia hanno deciso di abitare in quella regione remota e cominciare questa attività.

Erano gli anni '50, e da allora, pezzo per pezzo, padiglione per padiglione, architettura dopo architettura, la galleria si è ampliata. Oggi, come dicevo, si entra in uno spazio espositivo composito, che attraversa architetture eclettiche e creative, segni dei periodi che la galleria ha attraversato.

Vi inviteranno ad una visita. Potrete sorseggiare del te o del caffè con qualche biscotto. E potrete girovagare tra oggetti di gioielleria tipicamente Sámi, tradizionalmente Sámi, ma anche modernamente e Sámi. E non troverete solo oggetti di gioielleria, ma anche di arredamento. Lasciando la galleria, poi, vi chiederete: ma dove sono tutti questi artigiani, in questo paese che sembra deserto. Se è estate, appunto, saranno molto probabilmente a pescare, raccogliere bacche, o al seguito delle loro renne.

Altri post di Jacopo Pasotti

12/07/2017 - 13:45
Talvolta le aspettative giocano strani scherzi. Viaggiando in Tibet, mi attendevo di incontrare fiumi limacciosi, montagne immense, elevate, ricoperte di nevi e ghiacciai (pur sapendo che è soprattutto il versante meridionale dell'Himalaya a essere coperto di neve), e ovviamente templi e monaci...
27/06/2017 - 09:00
In questo villaggio di circa duemila anime, Soredrano, i pescatori devono compiere tutti i giorni un tragitto di 4 chilometri per recupare l'acqua neccessaria per le proprie famiglie. La storia, completa, la abbiamo pubblicata su National Geographic. http://www.nationalgeographic.it/multimedia/2017...
16/06/2017 - 10:45
Si chiama Soredrano, è nel Madagascar meridionale, non lontano da Tolear (Toliara). Nel villaggio c'è un solo pozzo, di acqua salmastra. Poco utile, se non per lavare panni e stoviglie. Il villaggio, di 1650 anime, è fondato su una lingua di sabbia che si protende dalla costa verso l'esterno...
12/05/2017 - 10:30
Non potevo non condividere questo magnifico albero, che ho incontrato in un viaggio in Madagascar. Sono rimasto fermo mezz'ora almeno, a studiare queste screziature, il disegno che la esfoliazione della corteccia (credo, ma se siete esperti nel campo, ditemi) creava sul fusto dell'albero. La specie...
28/04/2017 - 11:15
Non è certo uno di quei luoghi più facili da visitare, quindi accontentiamoci di ammirare questa immagine da poco scattata (il 26 Marzo) dal satellite Sentinel 3A dei satelliti Copernicus. Lo stretto è ancora coperto dal ghiaccio marino. Al centro della immagine dominano le isole di San Paolo e San...